TrueCaller: l’app per evitare truffe telefoniche e Call Center

TrueCaller è il nome di un’applicazione molto famosa, tanto che ad oggi conta circa 250 milioni di utenti in tutto il mondo. È possibile installarla sia su dispositivi iOS sia su cellulari che possiedono il sistema Android. A che cosa serve?

Si tratta di un’app davvero particolare, perché svela l’identità del numero chiamante anche se questo non è nella propria rubrica. Questo significa che TrueCaller riesce ad avvisare persino se il numero telefonico che sta chiamando appartiene a Call Center o pubblicità.

L’applicazione in questione è anche molto utile per evitare di cadere nelle possibili truffe telefoniche. Una tra queste ad esempio è quella delle cosiddette “Ping Call”, dal quale a volte è difficile difendersi. Scaricando quest’app, non vi sarà più alcun problema.

TrueCaller: come funziona

TrueCaller è un’applicazione usata in tutto il mondo e serve per difendersi da chiamate indesiderate. Spesso arrivano chiamate da parte di numeri sconosciuti oppure di Call Center e l’applicazione riesce a rivelarlo prima che l’utente risponda.

Tutto ciò è possibile anche se il numero chiamante non è registrato nella rubrica. Non solo: l’applicazione possiede questa funzionalità grazie al suo fornito database.

Quest’ultimo si aggiorna in continuazione e permette di identificare in pochissimo tempo sia il numero fisso chiamante sia il numero cellulare.

In un attimo infatti apparirà sulla schermata un piccolo riquadro con indicato il nome dell’azienda a cui appartiene il numero telefonico. In questo modo sarà possibile evitare di rispondere se si tratta di Call Center oppure di pubblicità spam.

Le funzioni di TrueCaller non terminano qui: è possibile accedere alle sue varie sezioni per installare altre attività. Ad esempio è possibile impostare come predefinita quest’app, in modo che ogni volta che si riceverà una telefonata, TrueCaller si attiverà.

TrueCaller, il suo database e il problema della privacy

Come già accennato, il database di TrueCaller si aggiorna di continuo, ma come fa? Molte persone, soprattutto appena era stata lanciata l’applicazione, si erano preoccupate per la loro privacy.

Alcuni infatti avevano fatto girare una voce riguardante il fatto che l’app aggiornasse il database direttamente attingendo dati dalla rubrica dell’utente. Questo però è inesatto, anche perché in questo modo significherebbe realmente violare la privacy.

Da dove prende allora le informazioni l’applicazione? Quest’ultima agisce solo in locale e questo permette di proteggere la privacy degli utenti.

Oltre a questo va detto che nel momento in cui si decide di scaricare l’app, quest’ultima chiede all’utente molti permessi. In poche parole raccoglie delle informazioni e chiede l’accesso alle immagini, al numero di telefono ma non solo.

Richiede anche di poter raccogliere dati sul dispositivo che l’utente sta utilizzando. Tutto ciò serve all’applicazione per ampliare il suo database. Altro fattore che permette di aggiornare quest’ultimo sono le segnalazioni delle persone. Ad esempio se si segnala un determinato numero di telefono come indesiderato, l’app registrerà nel suo database tale segnalazione.

TrueCaller e la sua funzione utile contro le Ping Call

Si sente sempre più parlare negli ultimi giorni di “Ping Call”. Con questa espressione si intende indicare un tipo di truffa in cui molte persone purtroppo cadono. Sarà capitato a tutti infatti di ricevere chiamate da numeri sconosciuti o addirittura privati.Nella maggior parte dei casi le Ping Call si presentano con prefissi lunghi e sconosciuti ma a volte anche prefissi italiani. Una volta che si risponde, dall’altra parte della cornetta non ci sono interlocutori.

In tal modo la curiosità potrebbe spingere a richiamare, ma non c’è niente di più sbagliato. Se si richiama quel determinato numero infatti, si rischia solo di azzerare il proprio credito telefonico. Come difendersi allora da truffe del genere?

L’ideale sarebbe ignorare le chiamate, bloccarle e non richiamare mai. Molti però ritengono sia meglio rispondere perché potrebbe trattarsi di chiamate di lavoro. In questi casi allora entra in gioco proprio TrueCaller. Quest’app serve per identificare quei numeri e svelare la loro identità.

Ovviamente si rivelerà utile non solo per le truffe di tipo Ping Call, ma anche per quelle di qualsiasi altro tipo.

TrueCaller: come cancellarsi

Come cancellarsi da TrueCaller? Se per cancellarsi si intende indicare il fatto di non voler più usare l’app, allora basta disinstallarla. Questa azione però non cancellerà i dati dal database di TrueCaller. Per far sì che questo accada, occorre seguire una procedura specifica.

Prima di tutto si deve cliccare sulla voce “Privacy Center” e da lì si possono cancellare i propri dati. Nel caso poi si volessero cancellare anche le informazioni cedute e che possono essere ricercate sul web da altri utenti, c’è un altro procedimento.

Quest’ultimo consiste nel recarsi su questa pagina:

https://www.truecaller.com/unlisting in un attimo si potrà compilare un breve modulo con i propri dati. Nell’arco di 24 ore il proprio numero telefonico sarà rimosso sia da TrueCaller sia dalla ricerca web che rimanda all’app.

Per disinstallare semplicemente l’app invece, basterà tenere il dito premuto sull’icona e poi premere la voce “Disinstalla”. In pochi secondi inizierà il processo di disinstallazione che permetterà di cancellare l’app dal proprio dispositivo mobile.

Lascia un commento